ALL'OPERA PER IL TERREMOTO

La Siae ha acquistato Palazzo Orlandi

30 dicembre 2013

In vendita ormai da qualche mese, Palazzo Orlandi è stato acquistato dalla Siae, attraverso il suo fondo immobiliare Norma di Sorgente Group.
Il palazzo di Busseto,  progettato in stile neoclassico dal pittore e architetto bussetano Giuseppe Cavalli e costruito nella centralissima via Roma, fu la residenza in cui Verdi visse i primi anni della sua relazione con Giuseppina Strepponi, l'amata compagna che poi diventò la sua seconda moglie. La coppia si trasferì in seguito a Villa Agata. Quei pochi anni trascorsi a Busseto furono creativamente produttivi per Verdi, che nelle stanze di quel palazzo compose tanti dei suoi capolavori, da  Luisa Miller a Rigoletto . Qui nel 1867 morì il padre di Verdi, Carlo. La casa venne venduta nel 1888 da Giuseppina che destinò il ricavato ad un pensionato per indigenti.
 
L'acquisto è stato fortemente voluto dalla Siae ­ come si legge in un comunicato ­a tutela di un elemento rilevante del patrimonio culturale del nostro Paese.
«Abbiamo deciso di proporre al fondo di valutare l'acquisto della dimora di Giuseppe Verdi ­ ha affermato il presidente della Siae, Gino Paoli ­ per diversi motivi: prima di tutto per onorare la memoria del fondatore della Siae nell'anno del suo bicentenario e poi per preservare questo edificio simbolo che, secondo noi, va destinato ad un uso aperto alla fruizione del pubblico e degli associati della Siae.
Studieremo con il ministero dei Beni Culturali e tutte le autorità competenti un progetto per utilizzare al meglio la casa di Giuseppe Verdi a beneficio della cultura italiana. Inoltre, questa operazione rientra nel più ampio progetto di valorizzazione delle attività culturali che Siae promuove e sostiene e che verranno presentate pubblicamente a gennaio 2014».
Un secondo passo, oneroso e ancora tutto da finanziare, riguarderà il restauro del palazzo, acquistato dal Maestro nel 1845, che vanta dimensioni vicine ai 2500 metri quadrati.
L'idea di Gino Paoli è di farne un centro di eccellenza dedicato alla musica, con una scuola che offra anche residenze, sull'esempio, spiega, «di quanto già si sta facendo con villa Cilea a Varazze, che è stata donata alla Siae e dove si sta realizzando un progetto pilota di questo tipo».
Nella nota ufficiale diffusa dalla società si sottolinea come, quale che sia il progetto che si sceglierà di realizzare, questo verrà ideato in collaborazione "con il ministero dei Beni culturali e del Turismo e tutte le autorità competenti» e avrà l'obiettivo di «utilizzare al meglio la casa di Giuseppe Verdi a beneficio della cultura italiana».
HOME   |   VITA   |   OPERE   |   LUOGHI VERDIANI   |   TURISMO E TERRITORIO   |   EDUCATIONAL   |   ISTITUTI E ASSOCIAZIONI   |   APP & PLAY   |   MULTIMEDIA   |   Cartellone Verdi 200   |   NEWS
Credits   |   Note legali   |   E-mail