ALL'OPERA PER IL TERREMOTO

Oberto conte di San Bonifacio

Caratteristiche:
Dramma in due atti su libretto di Temistocle Solera .

Prima:
Milano Teatro alla Scala, 17 novembre 1839.


Trama:

A Bassano, nel castello di Ezzelino e nella sua vicinanze, nel 1228. Il giovane conte Riccardo deve sposare la sorella di Ezzelino da Romano, Cuniza. Tuttavia, ingannando l'amico Oberto, ne seduce la figlia Leonora. Scoperto il tradimento, Oberto convince Leonora a recarsi da Cuniza per rivelarle la verità e smascherare il seduttore. Sconvolta dal racconto di Leonora, Cuniza decide di rinunciare a Riccardo, che sarà così costretto alle nozze riparatrici. Ma Oberto non è soddisfatto di tale soluzione: sfida il giovane a duello e lo uccide. Per Leonora altro non resta che ritirarsi in convento.

Storia:
E' il 1835 e un giovanissimo Giuseppe Verdi è impegnato nella composizione della sua prima opera che propone a Pietro Massini, direttore dei Filarmonici di Milano, ma anche al Teatro Ducale di Parma che non fidandosi di un nuovo autore, non accetta la proposta di rappresentare l’opera. Qui meglio che altrove vale il detto "nemo profeta in patria". Massini invece si interessa se il lavoro possa fare al caso di Merelli, impresario della Scala di Milano. Col titolo di Rochester su libretto di Antonio Piazza, l’opera avrebbe dovuto andare in scena nella primavera del 1839, ma uno dei cantanti si ammala e l’allestimento giace. Nel frattempo Verdi continua a lavorare alla musica, lo spartito diventa anche partitura e Rochester o Lord Hamilton di Piazza viene adattato da  Temistocle Solera con titolo Oberto conte di San Bonifacio . Il 17 novembre 1839, con discreto successo, va in scena al Teatro alla Scala di Milano l’opera prima del Maestro di Busseto.

Immagini
  • Libretto: Oberto conte di San Bonifacio
  • Oberto conte di San Bonifacio, Teatro Verdi di Busseto, 2007
HOME   |   VITA   |   OPERE   |   LUOGHI VERDIANI   |   TURISMO E TERRITORIO   |   EDUCATIONAL   |   ISTITUTI E ASSOCIAZIONI   |   APP & PLAY   |   MULTIMEDIA   |   Cartellone Verdi 200   |   NEWS
Credits   |   Note legali   |   E-mail